Arno 1966, diario e immagini della catastrofe ambientale
e della ricostruzione

Arno ’66, fango e ideali”  era il titolo di uno speciale della rivista Doc che dieci anni fa veniva pubblicata dalla casa editrice Le Lettere.
Quel numero si incentrava sulle fotografie e il diario inedito dell’alluvione opera di un artista nato sul confine russo-polacco, cresciuto in America e trasferitosi a Firenze con la famiglia.

Lui si chiama  Nicola Kraczyna, oggi ha 76 anni e continua a insegnare incisione presso “il Bisonte”, storica scuola fiorentina di grafica.Per le immagini che corredano il testo il pittore ha avuto nel 1967 il Fiorino d’Oro. Il comitato organizzatore del Premio “Il Monito del Giardino”, grazie a Riccardo Monni che di quella rivista era direttore, ha pensato che nel 2016, a 50 anni dal tragico evento, sia opportuno condividere questa rara testimonianza con i visitatori del sito.

Silence-.jpg

Inquinamento acustico: Usa e Italia ai vertici

L’Italia è al secondo posto dopo gli Stati Uniti d’America per quanto riguarda l’inquinamento acustico nelle aree metropolitane. In Europa gli altri  Paesi in cui il silenzio può definirsi una difficile conquista sono la Francia e l’Inghilterra. Da noi , Napoli e Roma (manco a dirlo) sono, nell’ordine, le città più rumorose.

read more
Il Monito del GiardinoInquinamento acustico: Usa e Italia ai vertici
nina.jpg

Torna Niña senza effetti per il clima italiano

Nel Pacifico tropicale le acque superficiali si sono raffreddate fino a  raggiungere temperature inferiori alla media. Questo per i meteorologi si traduce in un avvicendamento ”familiare”: il “super Niño” (fenomeno anomalo) lascia il campo alla Niña. Tradotto, significa che dopo un periodo di forte calore che aveva elevato le temperature delle acque sia sulla parte orientale che occidentale dell’oceano, sovvertendo il clima e il regime delle piogge di una zona grande quasi quanto la metà della circonferenza terrestre, ora le cose pare tornino alla normalità.

read more
Il Monito del GiardinoTorna Niña senza effetti per il clima italiano
jaguaro_amazzonia.jpg

Allarme di Nature per la foresta amazzonica

Allarme di Nature per la foresta amazzonica. Nonostante le leggi brasiliane di tutela abbiano ridotto del 70 per cento l’abbattimento degli alberi negli ultimi 10 anni, una recente ricerca, durata due anni, ha posto l’accento sull’impatto negativo di altre attività antropiche come la raccolta selettiva di legname, l’accensione di fuochi, la caccia o il semplice transito, stradale e non.

read more
Il Monito del GiardinoAllarme di Nature per la foresta amazzonica
cibo-spazzatura.jpg

Contro gli sprechi alimentari ora c’è una legge

Mentre la capitale d’Italia rischia di restare sommersa dai rifiuti e riesce a smaltire solo un terzo delle 4.700 tonnellate di scarti che produce ogni giorno, il Senato ha approvato (finalmente) una legge che combatte lo spreco alimentare. Ovvero otto miliardi di euro all’anno di merci che sarebbero consumabili e invece finiscono nelle discariche.

read more
Il Monito del GiardinoContro gli sprechi alimentari ora c’è una legge
land-grabbing.jpg

Land grabbing, peggio dei mutamenti climatici

Nuovi segnali d’allarme da Oxfame e altre organizzazioni che difendono le popolazioni povere del mondo sul tema del land grabbing, ovvero l’accaparramento di terreni fertili e potenzialmente ricchi d’acqua dolce soprattutto da parte di speculatori finanziari americani, imprese statali cinesi e sceicchi. I dati sono impressionanti: ogni 7 secondi un’area grande come il Colosseo passa di mano costringendo almeno una famiglia ad abbandonare casa e lavoro e cambiare vita. Soltanto in Africa sono stati venduti 56 milioni di ettari di terra. Due volte l’Italia.

read more
Il Monito del GiardinoLand grabbing, peggio dei mutamenti climatici
PiaPera-1.jpg

Morta Pia Pera, fiore nel Giardino dell’umanità

E’ morta Pia Pera scrittrice e poetessa della Natura, appassionata combattente in difesa degli equilibri del pianeta, giurata, fin dalla fondazione, del Premio “Il Monito del Giardino”. E’ stata uccisa ma mai domata da un male lento e inesorabile, la Sla, che l’ha costretta all’uso del bastone, alla sedia a rotelle e infine al letto. Un’agonia vissuta con dolore ma anche con il distacco dei saggi, quasi nell’ottica di un fiore o di un frutto miracolosamente consapevoli dell’eternità che loro garantisce questa nostra Terra.

read more
Il Monito del GiardinoMorta Pia Pera, fiore nel Giardino dell’umanità
Il Monito del GiardinoHome