Arno 1966, diario e immagini della catastrofe ambientale
e della ricostruzione

Arno ’66, fango e ideali”  era il titolo di uno speciale della rivista Doc che dieci anni fa veniva pubblicata dalla casa editrice Le Lettere.
Quel numero si incentrava sulle fotografie e il diario inedito dell’alluvione opera di un artista nato sul confine russo-polacco, cresciuto in America e trasferitosi a Firenze con la famiglia.

Lui si chiama  Nicola Kraczyna, oggi ha 76 anni e continua a insegnare incisione presso “il Bisonte”, storica scuola fiorentina di grafica.Per le immagini che corredano il testo il pittore ha avuto nel 1967 il Fiorino d’Oro. Il comitato organizzatore del Premio “Il Monito del Giardino”, grazie a Riccardo Monni che di quella rivista era direttore, ha pensato che nel 2016, a 50 anni dal tragico evento, sia opportuno condividere questa rara testimonianza con i visitatori del sito.

apine.jpg

Partirà da Panicale “la strada italiana delle api”

Partirà da Panicale in provincia di Perugia il tratto italiano della cosiddetta “autostrada delle api”, l’inaugurazione di questa via dei pollini avverrà il 21 e il 22 maggio pv, grazie all’Ufficio territoriale della biodiversità di Assisi e a molte associazioni verdi che hanno organizzato una manifestazione dedicata alle api e al loro ruolo primario nella vita del pianeta.

read more
Il Monito del GiardinoPartirà da Panicale “la strada italiana delle api”
isole-minori.jpg

Idea: trasformare le isole minori in “laboratori verdi”

Dalla gestione dei rifiuti all’energia, dall’elettricità alla gestione idrica fino ai trasporti, le 80 isole minori italiane (quelle abitate perché con le disabitate sono 800) potrebbero diventare le avanguardie della transizione energetica verso la decarbonizzazione e l’applicazione dei principi della tanto auspicata economia circolare.

read more
Il Monito del GiardinoIdea: trasformare le isole minori in “laboratori verdi”
geotermia.jpg

Rinnovabili, Ok Ue al decreto sugli incentivi

Dopo 16 mesi di attesa, notizie confortanti dall’Ue per quanto riguarda gli incentivi alle fonti rinnovabili non fotovoltaiche (geotermia, biomasse, eolico etc.). Ora ci si augura che la scelta comunitaria possa restituire fiducia a quanti avevano investito nel settore con la garanzia di un aiuto statale e si erano poi trovati soli a far fronte agli impegni presi. Va ricordato che dopo il blocco degli incentivi gli investimenti privati nel settore sono crollati rovinosamente.

read more
Il Monito del GiardinoRinnovabili, Ok Ue al decreto sugli incentivi
stop-ttip.jpg

TTIP e CETA: 9 ragioni per chiedere trasparenza

L’UE sta discutendo e sarebbe pronta a sottoscrivere due accordi commerciali: uno con il Canada (CETA, Accordo generale per l’economia e il commercio) ed uno con gli Stati Uniti (TTIP, Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti). La motivazione ufficiale sostiene che tali accordi creeranno posti di lavoro e crescita economica. I critici dicono che saranno solo le grandi multinazionali a trarne vantaggi. Così 40 sindaci di grandi città europee hanno dichiarato che non firmeranno alcun accordo che non tenga conto delle volontà dei loro amministrati. Queste sono le loro ragioni.

read more
Il Monito del GiardinoTTIP e CETA: 9 ragioni per chiedere trasparenza
Mattarella-vota.jpg

Referendum, un’autocritica per due fronti

Ha ragione il premier quando chiede al fronte del Sì uscito sconfitto dal Referendum “una sana e ampia autocritica”. Peccato però non capisca che come capo di un Paese e non di una tifoseria, quell’ autocritica dovrebbe farla anche lui di fronte ai quasi 13 milioni di Italiani che hanno votato contro le sue indicazioni e a favore del non rinnovo (a scadenza) delle concessioni petrolifere.

read more
Il Monito del GiardinoReferendum, un’autocritica per due fronti
Il Monito del GiardinoHome